Ictus: i sintomi che devi conoscere



loading...

Fino a poche settimane fa, ero convinta che solo le persone anziane, molto sovrappeso, con una vita sedentaria e con tanti problemi di salute, erano a rischio ictus. Ma recentemente mi è successa una cosa abbastanza scioccante: un giovane, magro, che correva tutti i giorni ha avuto un ictus, una volta concluso il suo allenamento.

La notizia ci ha lasciati tutti sconcertati e mi ha costretto a indagare e imparare di più su questo argomento. Ecco quello che ho scoperto. Newsner ha dichiarato che, negli Stati Uniti, ogni anni 795.000 persone hanno un ictus, il che significa che ogni 4 minuti un americano viene colpito da un ictus.

Ecco un video che spiega brevemente cos’è l’ictus, quali sono i sintomi e come prevenirlo



I progressi scientifici e le recenti scoperte ci dicono che ci sono alcuni sintomi che ci avvertono prima di un ictus.

Per prima cosa vediamo cos’è un ictus?

L’ictus (dal latino “colpo”) si verifica quando il flusso di sangue si ferma da qualche parte nel cervello. Se il flusso di sangue viene interrotto per più di pochi secondi, il cervello non riceve più sostanze nutritive e ossigeno. Le cellule cerebrali cominciano a morire causando danni permanenti. Quando un coagulo di sangue blocca un’arteria cerebrale o quando un’arteria del cervello viene danneggiata e si rompe, provoca l’interruzione dell’apporto di sangue ossigenato nell’area cerebrale.




Ci sono due tipi di ictus:

-ischemico (trombotico o embolico)

-emorragico (intracerebrale o subaracnoideo)

Tra i fattori di rischio più comuni ci sono: il diabete, la famigliarità, il colesterolo alto, l’eta avanzata (dopo i 55 anni)

Ma come il nostro corpo ci avverte che qualcosa non va e che stiamo per avere un ictus?

Bisogna fare attenzione quando si verifica uno o più di una di queste cose:
alta pressione
mal di testa forte
collo molto rigido
debolezza o paralisi nei piede
problemi di vista
paralisi parziale
dolore alla spalla
fatica
confusione




Loading...